+393898941000 info@bbcortedeicedri.com

Cenni storici

BREVE STORIA DI VERONA

148 AC – La presenza romana di Verona è iniziata con l’apertura della Via Postumia, la

strada che attraversava da ovest ad est la penisola italiana da Genova verso il mare Adriatico.

49 AC – La fondazione della città romana è confermata in un’ iscrizione su Porta Leoni,

la porta romana che si trova ancora vicino ad una sponda del fiume Adige.

30 AC – Il teatro romano di Verona fu costruito sulla collina che domina la grande ansa del fiume Adige ed è uno sfondo monumentale al resto della città. Come un insieme scenografico era impareggiabile nel nord Italia.

30 DC – L’anfiteatro romano è stato costruito fuori le mura. Le facciate delle porte della città elegantemente rinnovato, e la via Postumia, che porta fuori dalla porta occidentale, era fiancheggiata da templi e archi trionfali (Arco dei Gavi).

265 DC – Le antiche mura romane furono ricostruite nel breve spazio di nove mesi. L’impero iniziò disgregarsi sotto la pressione ed instabilità politica e militare. Gli invasori cominciarono a scendere dal nord delle alpi.

312 DC – Costantino il Grande sconfigge Massenzio, che si era rifugiato a Verona.

313 DC – L’imperatore Costantino estende tolleranza verso i cristiani.

372 DC – La morte di San Zeno (San Zeno), ottavo vescovo della città e patrono di Verona.

493 – Theodore, re degli Ostrogoti, divenne re d’Italia, e di Verona, nonché di Pavia e Ravenna, le città reali.

568 – Dopo gli Ostrogoti, i Longobardi sotto il re Alboino si stabilirono a Verona.

774 – Dopo i Longobardi, i Franchi di Carlo Magno si stabilirono in Italia e Verona beneficiò di un periodo di rinascita rinascimento politico e culturale.

950 – Le invasioni dal nord Europa si fermarono.

1117 – Un terribile terremoto distrusse la città e il territorio circostante.

1136 – Verona divenne un comune governato autonomo. La ricostruzione di tutta la città iniziò. La muratura romanica è evidente in edifici civili e religiosi.

1138 – La bellissima chiesa di San Zeno fu ricostruito e divenne orgoglio per tutta la città.

1196 – La sede del governo della città fu completato. Esso mostra ancora la caratteristica muratura a righe in Piazza delle Erbe e Piazza dei Signori.

1200 – disordini tra fazioni tra le famiglie rivali, tra cui Montecchi e Capuleti, ha portato alla fine del Comune e l’inizio della Signoria.

1277 – La Signoria Scaligera iniziò ufficialmente il suo dominio sulla città di Verona e il suo territorio.

1304 – Dante Alighieri, esiliato da Firenze, trovò rifugio a Verona, ospite di Cangrande, il primo Signore di Verona.

1329 – Cangrande sono morì dopo aver conquistato la città di Treviso. Stabilì Verona come la capitale della Regione del Veneto.

1387 – La fine del regno Scaligero.

1405 – Verona fu governata dal Doge di Venezia e godette di quattro secoli di pace. L’antica gloria di Verona è stata rilanciata sotto la guida e protezione della Serenissima Repubblica di Venezia.

1796 – La Serenissima Repubblica di Venezia, dopo un millennio di esistenza, si arrese a Napoleone.

1801 – Verona fu divisa tra gli austriaci, che avevano conquistato la riva sinistra dell’Adige ed i francesi che ha tennero la riva destra.

1805 – Verona fu assorbito nel Regno di Napoleone d’Italia.

1814 – Dopo la ritirata di Napoleone da Mosca e la sua sconfitta nella “Battaglia delle nazioni” vicino a Lipsia, Russia, Prussia e Austria, gli alleati vittoriosi, ristabilirono la presenza austriaca nel nord Italia.

1815 – Dopo il ‘congresso di Vienna’, Verona divenne una delle città italiane del nord controllate dagli Austriaci.

1822 – ‘Il Congresso di Verona’, uno dei summit periodici volti a preservare la pace e l’equilibrio di potere nel post-napoleonica, fu tenuta nella città. Un evento scintillante sul calendario diplomatico e sociale al quale parteciparano teste coronate ed i più grandi statisti di undici nazioni.

1830 – Insurrezioni contro l’Austria in tutta l’Italia settentrionale trasformarono Verona in un immenso campo e fornitura militare centrale.

1848 – Iniziò la guerra per l’indipendenza. Verona fu la capitale civile italiana di Habsburg e anche il suo principale centro di comunicazione.

1866 – Dopo che gli austriaci furono sconfitti a Sadowa, la Regione Veneto, fu annessa all’ Italia. Lo Stato italiano continuò a tenere Verona come presidio contro l’Austria fino alla fine della Prima Guerra Mondiale.

1882 – Alti rive lungo il fiume Adige furono costruite per porre fine alle numerose inondazioni causate dal fiume traboccante.

1943 – Seconda guerra mondiale – Verona fu la capitale di Mussolini ‘Repubblica di Salò’.

1945 – All’arrivo degli Alleati, i tedeschi minarono tutti i ponti sul fiume Adige e li fecero saltare per proteggere la loro fuga verso la Germania.

1950 – Ricostruzione della città e tutti i ponti. Notevole cura è stata posta nella ricostruzione dei ponti storici, recuperando ogni singola pietra e mattoni, che aveva fatto parte del ponte originale, dal fiume.

1960-1970 – ricostruzione esemplare del Museo di Castelvecchio dal grande architetto veneziano Carlo Scarpa.
Verona cenni storici